Pronto un vaccino contro le radiazioni per i lavoratori di Fukushima

I ricercatori russi, aiutati da scienziati dalla NASA, inventano un nuovo vaccino che permette di neutralizzare gli effetti delle radiazioni.

vaccino contro le radiazioni

I ricercatori russi di Vladikavkaz hanno inventato un vaccino che neutralizza gli effetti delle radiazioni sugli organismi viventi. Ora i loro colleghi giapponesi sperano di poterlo utilizzare al più presto per neutralizzare le dosi ionizzanti ricevute dai lavoratori di Fukushima.

Il professor Viatcheslav Maliev, capo del settore delle biotecnologie del Centro Scientifico di Vladikavkaz (Ossezia del Nord) all’Accademia russa delle scienze, riferisce che la NASA ha contribuito alla preparazione del vaccino e che gli scienziati americani partecipano alla ricerca dal 2006.

Secondo i ricercatori, questo vaccino, che è stato testato sia sugli animali che sugli uomini, si è rivelato efficace nel caso di radiazioni mille volte superiori alla norma, purtroppo il suo utilizzo clinico per ora non è contemplato.
Voldemar Tarita, capo del laboratorio del Centro russo di medicina d’urgenza delle radiazioni del Ministero, dice che occorreranno anni per elaborare dei preparati che curano le malattie provocate dalle radiazioni.

Tra i mezzi più semplici citati dal ricercatore per ridurre l’impatto delle radiazioni, ci sono i preparati di iodio che proteggono la tiroide. Ma se il livello di radiazioni è normale, non bisogna ricorrere all’auto somministrazione consumando farmaci che contengono lo iodio, perché il sovradosaggio procura conseguenze negative: dermatiti, allergie ecc..

laminaria

Come misura di prevenzione sarebbe sufficiente assumere la laminaria, alga marina ricca di iodio.

 

Pronto un vaccino contro le radiazioni per i lavoratori di Fukushimaultima modifica: 2011-06-09T14:07:16+00:00da nibiru-2012
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento