11 Settembre: L’Iran sul banco degli imputati

L’Iran era coinvolto nell’attacco alle Torri Gemelle ?

In un documento presentato in tribunale, viene richiesto un risarcimento danni all’Iran per il suo sostegno diretto e la sponsorizzazione dell’attaco terroristico più sanguinoso della storia americana.
I legali autori della causa, rivelano che due agenti disertori del servizio di intelligence iraniano hanno testimoniato che i funzionari iraniani sapevano in anticipo degli attentati dell’11 settembre 2001.

WTC,11 Settembre,Al-Qaeda,Iran,Torre Gemelle

Sempre nel documento si dice che uno di questi agenti disertori, ha affermato che l’Iran era coinvolto direttamente nel progetto degli attacchi.
Gli avvocati che hanno presentato la denuncia contro l’Iran, a nome di decine di famigliari delle vittime dell’ 11 settembre, non hanno rivelato l’identità degli agenti e i documenti sono stati posti sotto sigillo dal giudice.

La denuncia rivela anche che Iran e Hezbollah, il gruppo militante libanese che ha stretti legami con Teheran, hanno collaborato con al-Qaeda nella pianificazione degli attacchi e nella formazione dei dirottatori e che dopo gli attacchi, Iran e Hezbollah hanno aiutato al-Qaeda a progettare la fuga delle famiglie dei dirottatori, in alcuni casi fornendogli un rifugio sicuro proprio in territorio Iraniano.

La questione di un coinvolgimento iraniano negli attacchi era già stata sollevata dalla “Commissione nazionale 11 Settembre” ed è stata a lungo dibattuta.
Al-Qaeda, che aderisce a una corrente sunnita radicale, denuncia regolarmente il ramo sciita dell’Islam che detiene il potere in Iran, e un ramo della rete terroristica in Iraq è stato spesso bersaglio di attentati sciiti.
Ma i funzionari dell’ intelligence hanno creduto a lungo che la cooperazione tra Al-Qaeda e l’Iran contro gli Stati Uniti si fosse limitata a dichiararlo nemico comune.

Nella causa figurano anche i nomi dei funzionari iraniani accusati e vari ministeri, così come Hezbollah, al-Qaeda, i Talebani e altri. Gli avvocati delle famiglie delle vittime hanno chiesto una sentenza in contumacia contro gli imputati che non si sono presentati, ma anche se si arrivasse ad una sentenza del genere, i legali dicono che non sarà facile ottenere il risarcimento dei danni.

Nel documento depositato, gli avvocati sostengono che Imad Mugniyah, capo militare di Hezbollah, era un agente del terrorismo iraniano, e che ha viaggiato in Arabia Saudita, nel 2000, per prestare aiuto nei preparativi degli attentati dell’11 Settembre.
Mugniyah, ucciso nel 2008, era stato accusato dai funzionari americani di aver pianificato una serie di attacchi terroristici e rapimenti, tra cui i bombardamenti delle ambasciate degli Stati Uniti e della caserma dei marines in Libano nel 1983.

La relazione della “Commissione 11 settembre” ha detto: ” C’è una forte evidenza che indica che l’Iran, ha facilitato il transito dei membri di Al-Qaeda dentro e fuori le frontiere Afghane, prima degli attentati, e che alcuni di questi membri furono proprio i dirottatori dell’11 Settembre.

Ma la commissione ammette di non aver trovato nessuna prova per dimostrare che l’Iran o Hezbollah erano a conoscenza della programmazione di quello che divenne in seguito ”Gli attentati dell’11 Settembre” e che la questione ”richiede ulteriori indagini da parte del governo degli Stati Uniti”.

Potrebbe sembrare essere un altro tassello degli sforzi del governo USA per mettere a tacere chi non accetta la versione ufficiale sull’11 Settembre?

O peggio ancora?

… la questione ”richiede ulteriori indagini da parte del governo degli Stati Uniti”…

L’America pronta per la terza guerra mondiale?
Leggete  QUI

11 Settembre: L’Iran sul banco degli imputatiultima modifica: 2011-07-06T17:15:00+00:00da nibiru-2012
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “11 Settembre: L’Iran sul banco degli imputati

Lascia un commento