Edgar Cayce: La terza guerra mondiale nel 2011

Nel 1942, Edgar Cayce predisse che la terza guerra mondiale sarebbe cominciata nel 2011!

Edgar Cayce ha previsto degli eventi mondiali apocalittici:

–  Disastri naturali in grado di modificare in modo significativo la superficie della terra,
–  Guerre,
–  Collasso economico,
–  Disordini sociali e politici,

–  Inizio della Terza Guerra Mondiale nell’estate del 2011.

Cayce disse che questi eventi potevano essere evitati se l’umanità modificava il suo comportamento, ma a 70 anni dalla sua predizione, l’umanità non è per niente cambiata, anzi si potrebbe quasi dire che è peggiorata. Quindi, sempre secondo Cayce, la terza guerra mondiale è in arrivo.

Cayce aveva previsto la terza guerra mondiale mentre la seconda guerra mondiale era ancora in corso. Aveva parlato di conflitti che si sarebbero svolti nei pressi della Stretto di Davis, in Libia poi in Egitto, ad Ankara, in Siria, Australia, nell’Oceano Indiano e nel Golfo Persico.

Cayce parla espressamente di un “dittatore scatenato”, che porterebbe al collasso il Medio Oriente, trascinandolo in una guerra mondiale che potrebbe decimare l’umanità. La sua predizione precisa che tutto sarebbe accaduto nell’estate del 2011

Edgar Cayce.jpg

Quando gli fu chiesto, nel giugno 1943, se dopo la fine della terza guerra mondiale sarebbe stato possibile vivere in un mondo più giusto, Cayce rispose che sarebbe passato molto tempo prima che questo sia di nuovo possibile, sarebbero passati secoli prima che l’umanità potesse di nuovo godere delle libertà che aveva conosciuto negli anni 30 e 40.

Cayce ha sostenuto che l’umanità avrebbe presto conosciuto un “giorno del giudizio”.
Predisse la seconda venuta di Gesù Cristo nel 2012.

 

Edgar Cayce: La terza guerra mondiale nel 2011ultima modifica: 2011-07-06T16:52:47+00:00da nibiru-2012
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Edgar Cayce: La terza guerra mondiale nel 2011

  1. L’apostolo Giovanni scrisse L’apocalisse. La scrisse per i buoni e per i cattivi.Alle società piace la porta larga e non quella stretta perchè richiede dei sacrifici. Ma la cosa peggiore che ci poteva capitare è l’nganno,che è peggio del tradimento. Mettiamo che ci siano al potere quelli che non credono in Dio e alla sua giustizia,che ci resta?La democrazia,che bella parola sulla carta però.Siamo ridotti a lavorare,parlo della gente normale,solo per mangiare e pagare le tasse. I nostri politici vivono nel loro pianeta dorato,in quanto la cosa pubblica è amministrata come un affare privato; e la chiesa dov’è? Mai una parola sul futuro che ci aspetta. Saluti

Lascia un commento