No-fly zone sulla Siria! Obama è pronto

L’operazione “INTOX Siria” sta iniziando. Ci risiamo: In Siria come in Libia!

Secondo i rapporti di DEBKAfile, il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha ordinato alla US Navy e all’Air Force di accelerare i preparativi per un offensiva aerea limitata contro il regime di Assad e l’imposizione di una no-fly zone sulla Siria.

La loro missione sarà quella di indebolire ulteriormente il regime centrale di Assad e i centri di comando militari in modo da scuotere la stabilità del regime e limitare i tentativi dell’esercito aeronautico siriano, che, per contrastare l’azione dei ribelli, “semina violenza sulle popolazioni civili”.

Siria, INTOX

La fonte, DEBKAfile, rivela che il presidente degli Stati Uniti ha deciso quest’azione dopo aver sentito i funzionari russi affermare ripetutamente che ” Mosca sosterrà la partenza del presidente Bashar al-Assad, ma solo se i siriani lo vorranno”

Questa posizione è stata interpretata come un apertura per due linee di azione:

1. Per andare verso la rimozione di Assad, intensificando le forniture di armi ai ribelli e organizzando le loro forze come forze professionali in grado di contrastare le unità militari fedeli ad Assad. Questo processo era già in evidenza Venerdì 8 Giugno, quando per la prima volta, l’esercito siriano libero (che conta circa 600 uomini armati) ha attaccato un battaglione dell’esercito siriano a Damasco. Uno dei suoi obiettivi era un autobus che trasportava specialisti russi.

2. Per selezionare un gruppo di alti ufficiali dell’esercito che, sotto la pressione della no-fly zone, sarebbe pronto a facilitare l’uscita dal potere di Assad, oppure realizzare un colpo di stato militare per costringere lui e la sua famiglia ad accettare l’esilio. L’operazione degli Stati Uniti sarebbe modulata secondo le modalità dello svolgimento degli eventi politici e militari. Washington non è sicura della reazione di Mosca; o una condanna tagliente, o l’accettazione di un processo di cambiamento di regime a Damasco e la sua sostituzione con un governo militare.

Tradotto da ASTRO NEWS

Fonte: DEBKAfile

 

 


La fonte sembra affidabile, proprio ieri mattina un articolo di Thierry Meyssan, il giornalista indipendente di Réseau Voltaire, che si trova attualmente in Siria, riportava che una vasta operazione di intossicazione sta per iniziare, con relativa azione di blackout delle televisioni siriane che saranno sostituite da rete create appositamente della CIA, con immagini create in studio che mostrano massacri attribuiti al governo, manifestazioni pubbliche, ministri e generali che rassegnano le dimissioni, il presidente al-Assad in fuga, i ribelli che si radunano in gran numero nel cuore delle principali città, e un nuovo governo che si sta insidiando presso il palazzo presidenziale.

Questa operazione di intossicazione, direttamente guidata da Washington da Ben Rhodes, vice consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, è destinata a demoralizzare i siriani e consentire un colpo di stato. Secondo Meyssan, l’INTOX potrebbe avere inizio tra pochi giorni, forse già Venerdì 15 giugno a mezzogiorno.

No-fly zone sulla Siria! Obama è prontoultima modifica: 2012-06-12T22:41:32+00:00da nibiru-2012
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento